Governo, ecco le nuove restrizioni per i cinema

Approvato il decreto con nuove misure per arginare l'avanzata della variante Omicron

Scongiurate per i cinema le ipotesi più restrittive sulle nuove misure anti-Covid, come distanziamento e tampone obbligatorio anche per i vaccinati. Come preannunciato, il Governo ha approvato il “dl festività” per arginare l’avanzata della variante Omicron, imponendo nuove limitazioni anche per le sale cinematografiche. Restrizioni, quest’ultime, che prevedono l’obbligo di indossare la mascherina ffp2 nei cinema (oltre a teatri, locali di musica dal vivo ed eventi sportivi, sia al chiuso che all’aperto, e mezzi di trasporto) e il divieto di consumare cibi e bevande all’interno delle sale.

A livello generale, in questa nuova stretta viene ridotta anche la durata del Green Pass vaccinale da 9 a 6 mesi a partire dall’1 febbraio 2022 (per evitare imbuti a livello di prenotazioni). Previsto poi fino al 31 gennaio l’obbligo di mascherine all’aperto anche in zona bianca. Un’ordinanza del ministro della salute Roberto Speranza riduce a 4 mesi il periodo minimo di somministrazione del richiamo e della terza dose. Si resta in attesa della pubblicazione del decreto-legge per condividere la data di entrata in vigore delle limitazioni che interessano le sale cinematografiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
In caso di citazione si prega di citare e linkare boxofficebiz.it